(troppo vecchio per rispondere)
dopodiché o dopodichè (URGENTE)
il critico
2004-09-21 13:57:26 UTC
Aiutoooo!

Io continuo a scrivere "dopodichè" con la "è" nella mia tesi di laurea
perchè concinto che sia gisto e perchè seguo le direttive di Word, ma il mio
professore ogni volta me lo corregge in "dopodiché" con la "é".
Come si scrive? Nel mio dizionario non c'è!

Grazie!
del monte
2004-09-21 13:59:53 UTC
in italiano la "o" e la "e", adifferenza delle altre vocali, rimandano a 2
suoni diversi, pur essendo il segno grafico lo stesso: sono omografe. Con
l'uso dell'accento grave ( da sinistra in alto a destra in basso) e di
quello acuto(l'altro) si ristabilisce la distinzione.
Dunque ha ragione il prof.,e per quanto il tutto sappia di minuzia , ricorda
la pronuncia "nazionale" rispetto a quelle dialettali.
Però è tuo incontestabile diritto scriverlo separato: DOPO DI CHE, senza
nessun accento.
Post by il critico
Aiutoooo!
Io continuo a scrivere "dopodichè" con la "è" nella mia tesi di laurea
perchè concinto che sia gisto e perchè seguo le direttive di Word, ma il mio
professore ogni volta me lo corregge in "dopodiché" con la "é".
Come si scrive? Nel mio dizionario non c'è!
Grazie!
il critico
2004-09-21 15:18:20 UTC
Post by del monte
in italiano la "o" e la "e", adifferenza delle altre vocali, rimandano a 2
suoni diversi, pur essendo il segno grafico lo stesso: sono omografe. Con
l'uso dell'accento grave ( da sinistra in alto a destra in basso) e di
quello acuto(l'altro) si ristabilisce la distinzione.
Dunque ha ragione il prof.,e per quanto il tutto sappia di minuzia , ricorda
la pronuncia "nazionale" rispetto a quelle dialettali.
Però è tuo incontestabile diritto scriverlo separato: DOPO DI CHE, senza
nessun accento.
grazie!
Bruno Campanini
2004-09-21 23:38:04 UTC
Post by il critico
Aiutoooo!
Io continuo a scrivere "dopodichè" con la "è" nella mia tesi di laurea
perchè concinto che sia gisto e perchè seguo le direttive di Word, ma il mio
professore ogni volta me lo corregge in "dopodiché" con la "é".
Come si scrive? Nel mio dizionario non c'è!
Grazie!
Dopodiché, come perché, poiché, nonché, benché, né, sé, etc.

Ciao
Bruno
FB
2004-09-22 11:31:11 UTC
Post by del monte
in italiano la "o" e la "e", adifferenza delle altre vocali, rimandano a 2
suoni diversi, pur essendo il segno grafico lo stesso: sono omografe.
Non c'è bisogno di preoccuparsi per la "o", dato che quando è accentata è
sempre aperta.


Ciao, FB
--
"Is this Miss Prism a female of repellent aspect, remotely connected with
education?". "She is the most cultivated of ladies, and the very picture of
respectability". "It is obviously the same person".
("The Importance of Being Earnest", Oscar Wilde)